Studia pianoforte con Renzo Bonizzato e composizione con Antonio Zanon, presso il Conservatorio “E. F. Dall’Abaco” di Verona.

Si diploma in pianoforte nel 1975 con il massimo dei voti; in seguito approfondisce il repertorio pianistico afroamericano con Marco Fumo e Marcello Piras. Con Riccardo Scivales pubblica alcuni libri didattici per pianoforte, nell’ambito della letteratura afroamericana, per la casa editrice Mela Music.

Attualmente alterna l’attività di pianista a quella di arrangiatore e compositore: per le migliori musiche di scena vince i festival di Pesaro (1992-1993-1995 -1996 e 2004), Rovereto (1993) e Gorizia (1993-1994).

Collabora con i registi Alberto Bronzato e Roberto Totola dal 1985.

Partecipa, sia come arrangiatore che come pianista, ad importanti progetti dei “I Virtuosi Italiani” legati al tango e alla canzone, con Cristina Zavalloni e Malika Ayane.

Nel 1992, con Massimo Rizza e Stefano Corsi, fonda il Trio Estravagario, iniziando un percorso artistico che lo porterà ad approfondire il linguaggio musicale latino-americano e, in particolare, la musica di Astor Piazzolla (cd “Allegro Tangabile”).

Con la successiva partecipazione di Dario Righetti e Leonardo Sapere, il Trio diventa poi Quartetto e Quintetto Estravagario (cd “Chamuyando en Lunfardo”, e “Recuerdo de Milonga”).

Con Luca Degani (bandoneon) e Leonardo Sapere (violoncello) fonda nel 2005 Tango X 3 registrando nel 2006 il cd “Tango X 3 dedicado a…” con musiche di Piazzola, Pugliese, Galliano. Sempre nel 2006, grazie alla collaborazione tra l’orchestra I Virtuosi Italiani e “Tango X 3”, esce il cd “Tango” con musiche di Piazzola, Mores, Pugliese e Galliano… 

Da più di trent’anni scrive musica per la scena, ha al suo attivo più di 100 lavori teatrali comprendenti i generi più disparati, dalla commedia musicale, al varietà, al teatro drammatico, vantando importanti collaborazioni musicali con Tato Russo, Duilio Del Prete, Paolo Castagna, Virgilio Savona. 

Particolarmente interessato alla ricerca e divulgazione del materiale musicale e letterario nell’ambito della canzone d’autore e teatrale, ha lavorato su concerti monografici e registrazioni di autori quali: Jacques Brel, Barbara, Leo Ferré, Luigi Tenco, Fabrizio De Andrè. Fred Buscagliene, Astor Piazzola. Il repertorio comprende  il cabaret tedesco di Brecht-Weill, la song americana da Joplin a Ives arrivando a quella francese da Erik Satie a Edith Piaf.

Svolge inoltre attività in duo per voce e pianoforte: incide con Grazia De Marchi le canzoni di Pier Paolo Pasolini, raccolte negli album “Tutto il mio folle amore” e “Caro Amore” (Nettle-1996); “Omaggio a Jacques” Brel (Azzura 2009); “Le canzoni di Italo Calvino” 2016.

Con Raffaella Benetti registra “The Entertainer – The America of Scott Joplin” (DATUM-1997), “Femme piano Raffaella Benetti canta Barbara” (2004); con Roberto Nardin “Di poesia e di rivolta” canzoni di Leo Ferré (2009)

Pubblica opere didattiche e musica per l’infanzia per le case editrici Ricordi-Zanibon, Mela Music, Pizzicato, Silent Groove, Eufonia. Trascrive, per l’edizione Melos di Buenos Aires, “LAS QUATRO ESTACIONES PORTEÑAS” di Astor Piazzolla per pianoforte a quattro mani.  

 Dal 2006 collabora con  L’Orchestra Giovanile Veronese. Ha scritto i seguenti lavori teatrali: “Iqbal” (2006), “Il Milione” (2008), “Curupira, il suono della terra” (2009), “Verde, Bianco, Rosso” (2010), “Pinocchio” (2012), “Scene per un matrimonio di mezza estate” (2013), “Le tre melarance” (2014), “Non siamo nati per morire” (2015), “Il sogno di Iqbal” (2016). 

Per il cinema compone le colonne sonore per il cortometraggio “Il Bacio” da Achille Campanile (2001), per il mediometraggio “La storia di Greg” da un’idea di Franco Bignotto, entrambi per la regia di Roberto Totola (2002) e per il mediometraggio “Controcanto” con la regia di Maximiliano Subiela De Biase (2008). 

È docente presso il Conservatorio di Verona dal 1980 e dal 2007 tiene un corso biennale di pianoforte finalizzato al Diploma di specializzazione in Musicoterapia.